Utilizziamo gli identificativi dei dispositivi per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo tali identificativi e altre informazioni relative ai dispositivi che utilizzi alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner.

ALEX SIPIAGIN QUARTET
"FULL SCORE"

Auditorium Biblioteca di Oriago
Via Venezia, 171/172, 30034 Mira

Giovedi 7 marzo, 2019 - Ore 21:00

Alex Sipiagin - tromba
Michele Calgaro - chitarra
Makar Movikov - basso
Sasha Mashin - batteria

Biglietto disponibile su MAILTICKET.IT
o presso la biglietteria il giorno dello spettacolo

Intero 8€ - Ridotto 5€

sipiagincalgaro.jpg

Alex Sipiagin è una figura di spicco della scena jazzistica newyorkese. I suoi gruppi hanno ospitato musicisti del calibro di Chris Potter, Gonzalo Rubalcaba, Antonio Sanchez e Seamus Blake. Sipiagin ha suonato inoltre nelle formazioni di Michael Brecker e Dave Holland, ma anche con grandi interpreti del pop come Elvis Costello, Eric Clapton e Dr.John.
Ha militato nella Gil Evans Orchestra, diretta dal figlio Miles, nella Gil Goldstein Zebra Coast Orchestra, nella George Grunz Concert Jazz Band e soprattutto, in maniera continuativa dal 1995, nella Mingus Big Band (prima Mingus Dynasty). Insegna oggi alla New York University e tiene clinics in ogni angolo del mondo, soprattutto in Europa.

sipiagin1.jpg

Questo gruppo nasce dall’incontro del chitarrista Michele Calgaro con Alex Sipiagin, e il quartetto, completato da un’eccellente sezione ritmica russa, che condivide un’estetica che qualcuno definisce “post–bop”, frutto di un’originale sintesi di hard–bop, jazz modale, free–jazz  e di certa fusion, ma che allo stesso tempo cerca di proporre un linguaggio fresco e contemporaneo, personale nel modo di affrontare sia la scrittura che l’improvvisazione. Il repertorio è formato soprattutto da composizioni originali di Sipiagin e di Calgaro, che vengono però alternate ad alcuni celebri standard del jazz.

Vai all'inizio della pagina